La parola trekking deriva dal boero, la lingua dei coloni olandesi del Sud Africa e letteralmente significa "camminare lungo le orme lasciate dai carri trainati dai buoi". Risale all'emigrazione dei boeri, tra il 1830 e il 1840, dalle regioni sud-orientali verso nord-est, nel Transvaal, a seguito dell'arrivo degli inglesi. La lingua italiana la usa dal 1979 per indicare una escursione di lungo percorso compiuta a piedi, in più tappe, con pernottamenti in tenda (oppure bivacco/rifugio). La lingua inglese, con sfumature diverse, utilizza anche hiking e backpacking. Nel sito sono proposti racconti di trekking in Italia e non, da costa a costa o per alte vie, in un'unica soluzione oppure a tappe.

Le proposte del sito sono generalmente impegnative, delle volte originali, sempre, assolutamente sempre, molto belle. Abbiamo amato i nostri passi, e vogliamo tenerne traccia qui, affinchè qualcuna o qualcuno possa provare a ripercorrerli. Se avete correzioni da suggerire ai racconti ed alle relazioni, o semplicemente volete raccontarci com'è andata, scrivete.

Patagonia 2016

La Patagonia è terra di trekking, è nota per alcune delle più famose ed epiche storie di alpinismo, ha dato e ricevuto fama dal libro di Chatwin, è meta del turismo stile Lonely Planet. Lo spirito di chi ci va può quindi essere molto diverso, così come il ritmo con cui si decide di visitarla.

[Continua...]

Grande traversata elbana

Un itinerario con i piedi per terra e gli occhi nel mare: 4 tappe che percorrono tutta la cresta sommitale dell’isola d’Elba, da nord-est a sud-ovest. Ottimamente segnata, la GTE (grande traversata elbana) necessita solo di una cartina per essere percorsa.

[Continua...]

Sentiero del Centenario – 7 fatti da sapere

La seconda macchina si parcheggia al rifugio/alberghetto di Fonte Vetica (ottima cucina abruzzese!) mentre la prima macchina si parcheggia circa 3,5 km prima del piazzale di Campo Imperatore, prendendo a destra una strada sterrata e lasciando la macchina dopo cinquanta metri (tavolo di legno da pic-nic). In mezz’ora a piedi tramite la sterrata si è a Vado di Corno (1924 m).

[Continua...]

Lazio di confine

Dal 2008 al 2010, la Transabruzzi: dalle Marche al Molise a piedi. Un progetto originale, disegnato a casa e poi realizzato sul campo. Dopo un anno di pausa si riparte, alzando il tiro. Da un libro di Stefano e Fabrizio Ardito di oltre vent’anni fa, un percorso grosso modo parallelo alla Transabruzzi, 100 km ad ovest, lungo il confine regionale tra Lazio e Abruzzo.


[Continua...]

Alpi Marittime – Mercantour

La vallata è percorsa da un forte vento, fa un freddo cane e, nonostante ciò, decidiamo di andarci a lavare nel torrente limitrofo. Nudi come vermi, intirizziti ed alla luce delle torce entriamo (alle caviglie) nell’acqua gelida.

[Continua...]

Ilha Grande

Taca bam taca bam (esta acabando -> sta finendo), così ci disse con la tipica cantilena carioca, il simpatico brasiliano poco sotto il Pico do Papagaio rassicurandoci che mancava poco.
Ma come c’eravamo finiti in Brasile?
Andrea inviò una mail con qualche notizia di questa isola-paradiso verso Febbraio chiedendoci: Che ne dite?

[Continua...]

Transabruzzi

In montagna come in amore: mai dare nulla per scontato. Il tratto attrezzato è veramente suggestivo, infilandosi tra i pinnacoli del Casanova. È un ambiente selvaggio.  Arrivati a Monte Infornace, sfilo via le fettucce, ripongo le longe, e produco un ultimo sforzo ascensionistico per giungere in vetta, quando…

[Continua...]

La traversata degli Aurunci-Ausoni

Da Ausonia a Sonnino, la lunga traversata dei Monti Aurunci e Ausoni. Il nostro appuntamento annuale con il trekking, fine ottobre, Lazio. La guida la propone come un’idea, un’intuizione, solo singole parti sono descritte, e quindi presumibilmente sono state effettivamente percorse.

[Continua...]

Marocco

Ci sistemiamo in una camerata con altri escursionisti prima di dedicarci alle abluzioni personali. L’incontro con i bagni è abbastanza sconvolgente: una puzza di fogna che ti accoglie metri prima della porta, è tutta una condivisione di miasmi, rumori e scaracchi. La cucina vede all’opera solo maschi…

[Continua...]

Selvaggio Blu

Ideato circa 20 anni fa da due futuristici alpinisti, Peppino Cicalò e Mario Verin, si merita ampiamente la fama di trekking più impegnativo d’Italia: per il calcare ed i ginepri che segnano, per la mancanza d’acqua, per le numerose arrampicate e corde doppie. Non a caso il 95% degli escursionisti riccorre alle guide, che svolgono due funzioni…

[Continua...]