Stephan Siegrist


[Continua...]

How life ends

Il settimanale inglese The Economist dedica la copertina alla fine della vita (il fine-vita, nella nostra lingua maschilista). “How life ends: death is inevitable, a bad death is not”. Come termina la vita: la morte è inevitabile, una brutta morte no. Riproduciamo in originale l’articolo di fondo che introduce le pagine dedicate al tema.

[Continua...]

Il nome della rosa

Libro maestoso, vasto, erudito, avvincente, dispersivo, soverchiante, nutriente. Giallo tra i più intriganti e logici mai letti, trattato di religione ed eresia medievale, manifesto di laicità completo e sempre attuale. Pubblicato nel 1980, senz’altro il libro più famoso di Umberto Eco.

[Continua...]

Patagonia 2016

La Patagonia è terra di trekking, è nota per alcune delle più famose ed epiche storie di alpinismo, ha dato e ricevuto fama dal libro di Chatwin, è meta del turismo stile Lonely Planet. Lo spirito di chi ci va può quindi essere molto diverso, così come il ritmo con cui si decide di visitarla.

[Continua...]

Vivere e morire con dignità

Bellissimo libro edito inaspettatamente da una casa editrice specializzata in ciclismo – e trekking, recentemente. Il tema analizzato è quello della fine della vita, cercando delle risposte a queste domande dal punto di vista religioso, etico, legale e medico. Un libro delicato e raccomandabile.

[Continua...]

Grande traversata elbana

Un itinerario con i piedi per terra e gli occhi nel mare: 4 tappe che percorrono tutta la cresta sommitale dell’isola d’Elba, da nord-est a sud-ovest. Ottimamente segnata, la GTE (grande traversata elbana) necessita solo di una cartina per essere percorsa.

[Continua...]

Peter Croft – Lisa Rands

[Continua...]

Jeff Lowe


[Continua...]

Un’Italia più laica: è una missione possibile?

Dev’essere colpa del nostro passato, se quando dici che vuoi scrivere dell’identità laica italiana, capita di sentirti chiedere: ma lei è sicuro che non sia un ossimoro, una contraddizione in termini? È lo specchio di un’identità nazionale, pauroso deficit di autorappresentazione di un popolo che esibisce cuore, viscere, malattie, amori, tradimenti, evasioni fiscali e finanza creativa, tutto tranne la propria faccia, il suo volto di nazione, figuriamoci la propria laicità. La laicità in Italia è debole perché è debole il Paese. Un’analisi lunga e interessante, dalla strage a Charlie Hebdo al magistero di papa Francesco.

[Continua...]

Steve House

[Continua...]